Trentino, vacanze a  tutto sci nel pianeta bianco delle Dolomiti

Piste perfette nei grandi comprensori dello slalom e del fondo. E per gli appassionati dello snowboard una decina di snowpark solo per loro

Alla scoperta del pianeta bianco delle Dolomiti, le montagne più belle del mondo, che con le nevicate dei giorni scorsi offrono paesaggio nordici da sogno. E soprattutto piste da sci perfette. Per le Festività di fine anno ci si può dunque divertire lungo tutti gli 800 chilometri di piste e compiere evoluzioni con la tavola ai piedi in una decina di snowpark all’avanguardia. Funzionano a pieno regime tutti gli impianti del Comprensorio Skirama Dolomiti Adamello Brenta (www.skirama.it, Madonna di Campiglio, Pinzolo in Val Rendena, Folgarida-Marilleva, Pejo, Passo del Tonale in Val di Sole, Andalo-Fai della Paganella, Monte Bondone e Folgaria-Lavarone) e del comprensorio Dolomiti Superski (www.dolomitisuperski.com, Carezza, Moena-Tre Valli in Val di Fassa, Val di Fiemme e San Martino di Castrozza - Passo Rolle). Piste perfettamente innevate accolgono gli sciatori anche sugli Altipiani di Folgaria e Lavarone, di Brentonico - Polsa San Valentino, della Panarotta, del Passo Brocon, del Monte Roen - Passo della Mendola (in Val di Non), e nelle Valli Giudicarie, dove è agibile la pista a Bolbeno, in località "Coste".

Chi ama lo sci nordico trova tracciati ottimamente preparati al Centro del Fondo di Campo Carlo Magno, a Madonna di Campiglio e a Pinzolo-Carisolo. In Val di Fiemme (patria del fondo italiano e dellla mitica Marcialonga) si scia a Passo Lavazè e a Lago di Tesero. In Alta Val di Fassa gli amanti di questo sport possono scaldare le gambe sugli anelli del Ciampac e di Campitello-Canazei. Aperto anche il Centro del Fondo Alochet-Passo San Pellegrino. Ad Andalo, la pista Giro Lago offre un tragitto di 6 chilometri illuminato fino alle 21. Garantisce 35 chilometri di sentieri per il fondo Centro delle Viote, sul Monte Bondone. Sugli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna ci si può divertire nei Centri del Fondo di Forte Cherle, di Passo Coe e di Millegrobbe.

Attenzione ai bollettini Per l’abbondante neve caduta ed il rischio di valanghe, un’attenzione particolare ai bollettini richiede la pratica dello sci alpinismo. Se con il ritorno del bel tempo, annunciato per il fine settimana, gli appassionati di questa disciplina stanno preparando sci e pelli di foca, prima di partire per un’escursione è consigliabile dare un’occhiata al sito www.meteotrentino.it e scegliere con cura i percorsi. Per avere informazioni dettagliate sullo stato delle piste, si possono consultare i siti web dei due principali comprensori, il Dolomiti Superski (www.dolomitisuperski.it) e lo Skirama - Adamello Brenta (www.skirama.it), nonché il bollettino piste dello sci alpino e dello sci nordico su www.visittrentino.it.

Snowpark, regno dei funamboli Agli appassionati di questa disciplina le località sciistiche trentine dedicano, oltre a centinaia di chilometri di discese, alcuni "snowpark", le aree appositamente attrezzate nelle quali è possibile compiere in tutta sicurezza le spettacolari evoluzioni grazie alle ringhiere e ai passamani (jump e rails), box, e tanti altri che ricreano in montagna le strutture utilizzate da chi pratica lo skateboard in città. Per salti acrobatici c’è anche l’half pipe, il mezzo tubo di neve che ricrea una rampa e le piste di boardercross, per sfidarsi in velocità. A Madonna di Campiglio, fra le prime stazioni invernali a credere ed investire nello snowboard, si trova il grande snowpark «Ursus» a Passo Grostè, con ostacoli di vario genere e tracciati. A Folgarida-Marilleva lo spazio si chiama «Alternative Snowpark» e si trova in località Val Panciana a 2300 metri di quota. Divertimento garantito anche al Passo del Tonale, dove lo snowpark «Carosello» è realizzato sulla pista Valena, raggiungibile utilizzano l’omonima seggiovia o percorrendo la pista per un breve tratto a piedi. A San Martino di Castrozza il park «Tognola» è posizionato presso il gruppo impianti omonimo. Novità assoluta è il campo scuola freestyle che sorge a fianco dello snowpark e del boardercross. A Passo Rolle ci si può divertire al «Rolle Railz Park», situato a margine della pista Castellazzo (e raggiungibile con l’omonima seggiovia), a 2000 metri di quota. Quest’anno offre nuove strutture per evoluzioni sempre più spettacolari. In Val di Fassa le aree attrezzate si trovano a Canazei e a Passo San Pellegrino, mentre in Val di Fiemme lo snowpark si trova in località Bellamonte. Ci si arriva o dagli impianti di Pampeago prendendo le seggiovie Latemar ed Obereggen, oppure da Predazzo con la cabinovia Stalimen e le seggiovie Gardoné, Latemar ed Obereggen. Uno snowpark all’avanguardia si trova anche sul Monte Bondone, fra le piste "Lavaman", "Cordela" e "Topolino", a 1600 metri di altitudine, dotato di un super half pipe lungo 120 metri. Per i ragazzi dai 6 ai 14 anni c’è lo «Junior Snow Park», che offre rails e salti di piccole dimensioni, per avvicinarsi a questo sport in completa sicurezza.

Il Trentino offre anche altre aree per "surfare" sulla neve con la tavola ai piedi. Al Passo del Brocon in Valsugana, il «Lagorai» è direttamente accessibile dai parcheggi ed è servito da un tapis roulant di 190 metri, per risalire in tutta comodità il pendio e lanciarsi subito in nuove acrobazie. Qui, si possono compiere evoluzioni anche di notte, perchè lo snowpark è aperto tutti i mercoledì, venerdì e sabato dalle 19.30 alle 22.30 (tutti le sere nel periodo natalizio). Un’altra area per le evoluzioni si trova nella ski area di Polsa di Brentonico e prende il nome di «Double-Park».