Trento e Bolzano prese per la gola

Francesca Negri è l’autrice di libro che illustra con efficacia il buono di una regione non-regione come il Trentino-Alto Adige, la somma mai piena e saldata di due province autonome mai in completa sintonia tra loro: il Trentino e l’Alto Adige o Südtirol se la vogliamo vedere da Innsbruck. La Negri ha curato La storia nel piatto per Curcu & Genovese, casa editrice con sede a Trento, 0461.362122, libritrentini.it. Il libro esce in un momento felice per l’eno-gastronomia delle due realtà perché la superiorità altoatesina, soprattutto a livello di ristoranti e di alberghi, viene contrastata da un Trentino in notevole crescita, non solo bollicine, non solo buona volontà ma anche sempre più sostanza. Il volume si divide in tre parti, la prima è storica, la seconda cucinabilissima, con i vini suggeriti per ogni ricetta, e la terza tutto prodotti, naturalmente tipici come la ciuìga di San Lorenzo in Banale. Quanto ai piatti, si va dai canederli, knödel a Bolzano, al brazedel, una ciambella beneaugurante della metà trentina.