Trento, una madre uccide la figlia di 6 anni con un coltello da cucina

La tragedia è avvenuta in casa. La donna, 44 anni, ha pugnalato diverse volte la piccola che stava andando a scuola. I soccorritori l'hanno portata in ospedale, ma non c'è stato nulla da fare. La mamma è stata arrestata

Trento - Una donna ha ucciso la figlioletta di 6 anni a coltellate. La tragedia è avvenuta questa mattina in un’abitazione a Mezzolombardo, in Trentino. La madre ha colpito più volte con un coltello da cucina la piccola. La bimba è stata soccorsa ancora in vita dai medici di Trentino Emergenza, ma è morta causa le gravi lesioni interne poco dopo l’arrivo all’ospedale "Santa Chiara" di Trento. La donna, di 44 anni, è stata fermata dai carabinieri del nucleo operativo di Trento. Sul luogo del delitto, oltre alle forze dell’ordine, si trova il magistrato di turno della procura di Trento.

L'elicottero del 118 La tragedia si è svolta poco prima delle 8 quando la bambina, Maria Lisa Concadoro, stava preparandosi per andare a scuola. Frequenta la prima elementare a Mezzolombardo. I vicini di casa hanno udito delle urla strazianti provenire dall’abitazione. È accorso subito un medico che abita nella palazzina di fronte e ha visto la bambina in un lago di sangue. È stato subito chiamato l’elicottero del 118 e i carabinieri del luogo. La piccola è stata portata all’ospedale di Trento, dove è stata sottoposta a terapia intensiva, ma non è sopravvissuta a causa della grave emorragia.

Fermata la madre La mamma, Sara Bolner, è ora in stato di fermo. I vicini di casa la descrivono come una persona molto riservata, ma anche come una mamma affettuosa. La famiglia abita in una palazzina di nuova costruzione in via Carlo Devigili, alla periferia di Mezzolombardo. La famiglia abita lì da due anni: prima abitava a Lavis, una cittadina a pochi chilometri di distanza, dove Sara Bolner, nativa di Mezzolombardo, si era trasferita con il marito subito dopo il matrimonio.