Trento propone sci e relax

Nanni Cifarelli

La montagna è da sempre sinonimo di vacanza e relax; sciare su piste sicure e preparate, usufruire d'impianti ad alta tecnologia che al lato pratico significa impianti sicuri e senza code alla partenza, essere coccolati in hotel con cene tipiche e servizi vari di wellness. Da quest'anno poi Trento-Monte Bondone offrono un'interessante alternativa alle fatidiche code e allo stress del rientro: il pernottamento della domenica sera viene offerto dall'albergatore. Il pacchetto denominato non a caso «Ski e Relax» è proposto dall'Apt di Trento-Monte Bondone in collaborazione con le ski area di Folgaria-Lavarone-Luserna e Paganella-Andalo. L'interessante offerta prevede l'arrivo il venerdì a Trento; sabato si scia sul Monte Bondone, con rientro in città nel tardo pomeriggio per una visita al centro storico e cena tipica in una osteria/trattoria; per domenica è prevista una giornata sugli sci nella ski area di Folgaria o della Paganella con rientro a Trento nel pomeriggio. Alla sera cena tipica in un locale della città del Concilio e poi, in alternativa alle code sulle autostrade e allo stress da rientro, ecco il pernottamento offerto dall'albergatore, e lunedì un’altra sciata nella terza ski area, prima del rientro a casa.
Questa e altre proposte neve sono state presentate nei giorni scorsi a Genova, da sempre uno dei bacini più interessanti e sensibili alle montagne trentine.
Inverno a Trento significa muoversi alla scoperta della sua Alpe, il Monte Bondone, a solo mezz'ora dal centro, stazione sciistica carica di storia e tradizioni, culla di famose gare come la 3-Tre, slalom della World Cup, e del famoso Trofeo Topolino. Sciare sul Bondone oggi vuol dire affrontare a esempio la Gran Pista, lungo serpentone bianco di quasi 5 chilometri attraverso prati e boschi, servito dall'impianto Rocce Rosse, la quadriposto con il maggior dislivello (m.809) di tutta Europa, oppure scendere dalla vetta sulla spettacolare pista del Palon che parte da quasi 2100 metri, da dove nelle giornate limpide è possibile ammirare un panorama di rara bellezza.
Per lo snowboard ecco il Monte Bondone Snowpark dotato di snowcross, paraboliche, jumps, rails ed il mega Olimpic superpipe con sponde da 5,5 metri e una pendenza del 29 per cento. Per gli amanti del fondo invece il Centro delle Viote offre oltre 35 chilometri di piste preparate sia per la tecnica libera che per la classica.
Ma un soggiorno a Trento-Monte Bondone durante la stagione invernale significa anche Mercatino di Natale, scene di natività, luminarie nel centro storico, mostre ospitate nei numerosi musei, visite in uno dei centri storici più interessanti d'Europa.
Altra location ideale per trascorrere una vacanza in montagna d'inverno è l'Altopiano della Paganella. A disposizione ci sono 50 chilometri di piste dotate di impianti di risalita dell'ultima generazione e di un ottimo innevamento artificiale che garantisce la sciabilità fin dall'inizio di dicembre.
La grande novità di questa stagione è rappresentata dalla presenza della nazionale maschile di sci alpino degli Stati Uniti d'America. Andalo e la Paganella saranno, per almeno tre anni, il Centro ufficiale europeo di allenamento di Bode Miller e compagni.
Per i più piccini ecco Disney mountain fun; non solo una certificazione ufficiale ma anche e soprattutto una serie di programmi dedicati ai più piccoli che saranno impegnati in momenti ludici e di apprendimento insieme a Topolino e ai suoi amici.
Molte iniziative sulla neve, rivolte ai bambini, sono state predisposte anche sull'Altopiano di Folgaria, Lavarone e Luserna. Oltre a numerosi intrattenimenti con i personaggi disneyani, per gli ospiti più giovani sono pronte tre slittinovie e il trenino della neve. A disposizione degli amanti dello sci, Folgaria, Lavarone e Luserna offrono oltre 70 chilometri di piste con 11 seggiovie quadriposto capaci di portare in quota 42mila persone ora. Lo Skitour dei Forti rappresenta di fatto quanto di meglio si possa desiderare per il principiante come per lo sciatore esperto. Lo sci di fondo viene praticato a Passo Coe e a Millegrobbe, sede della omonima gara internazionale di gran fondo.