Treviglio Assediata la sede Cisl Insulti, lancio di oggetti e uova

A Treviglio, in provincia di Bergamo la sede della Cisl è stata attaccata da un gruppo di lavoratori metalmeccanici, quelli della Same. É partito un lancio di uova, petardi e insulti, proprio nel giorno in cui Cisl e Uil hanno tenuto un attivo unitario a seguito dell’accordo su Pomigliano, siglato senza la Fiom. Il dissenso ha però toccato toni estremi, con il lancio di oggetti e gli insulti che ha portato la segreteria regionale della Cisl a considerare «azzerati tutti i rapporti unitari in ogni dove e per qualsiasi tema o argomento con la Cgil».
Un «fatto gravissimo» secondo il segretario generale della Cisl della Lombardia Gigi Petteni, che però non impedirà all’organizzazione di «continuare con forza nel suo percorso senza farsi intimorire da manifestazioni squadristiche». Il governatore Roberto Formigoni ha manifestato la sua solidarietà al sindacato definendo «inaccettabile e gravissimo l’attacco». «Si tratta - ha detto - di un episodio dal chiaro sapore squadristico che deve essere condannato con decisione da tutte le forze democratiche»