Treviso frana e lascia a Siena la Supercoppa

Veneti mortificati dal parziale di 32-0 fra secondo e terzo tempo. Finisce 96 a 50 per i toscani

Saccheggio Montepaschi nel cantiere Benetton (38-20 dopo 20', 66-27 alla fine del terzo tempo, 96-50 per l'umiliazione finale) dove troppi muratori pensano di essere capimastri, non diciamo ingegneri. Campioni d'Italia devastanti, anche se tante cose devono ancora essere sistemate nella squadra senese che intanto vince la seconda supercoppa della sua storia, aggiunge un trofeo, lascia fra le macerie i «tutti verdi» che non hanno segnato un canestro per oltre 14 minuti a cavallo fra il secondo e il terzo tempo, subendo un parziale mortificante di 32-0.
Terribile punizione per americani finti, un modo sbagliato per Treviso di cominciare una storia nuova dopo la stagione della mortificazione. Per Siena 14 minuti cercando di capire se stessa, i nuovi e chi erano quei giocatori dall'altra parte che Alessandro Ramagli non riusciva proprio a far giocare insieme, ma poi, dopo il 20-20 a 6'08" dalla fine del secondo quarto, c'è stata la mattanza mentre la Benetton scopriva di aver preso qualche bullo Nba, qualche giocatore finto, umiliata anche nelle cose che un atleta normale non accetterebbe mai pur in una squadra nuova.
Brutto segnale per Treviso, festa prolungata per il Montepaschi che ha riabbracciato Bootsy Thornton, ha cercato di capire che cosa può dare Ilievski, si è messa pazientemente ad aspettare Lavrinovic il più spaesato visto che per lui era tutto nuovo.
La stagione parte con questa notte dei cristalli che renderà infernale il viaggio in Cina della Benetton che non può neppure sentirsi fortunata di iniziare il suo campionato soltanto il 6 ottobre mentre gli altri partiranno domenica prossima. Andare a rappresentare l'eurolega Uleb in Asia sembra non avere senso con gente del genere. Certo servirà tempo, ma camminare a piedi nudi fra i chiodi non facilita.
Oggi, intanto, a Roma verrà lanciato il nuovo campionato che partirà sabato sera con l'anticipo televisivo a Capo d'Orlando dove Gianmarco Pozzecco sfiderà la Virtus Bologna. Giovedì a Milano anticipo con presentazione Armani.