Trezeguet «retrocesso» in Francia B

Bocciato, almeno per il momento. La risalita in serie A a suon di gol (molti dei quali con la sua firma) non è bastata a David Trezeguet: per il ct francese Raymond Domenech, l’attaccante della Juve rimane un giocatore da «B». Ieri sera, nella prima delle due amichevoli della Francia in Slovacchia (Bleus sconfitti per 1-0), «Trezegol» ha giocato 90 minuti fra gli undici che, a detta dello stesso Domenech, nella sfida con l’Italia partiranno con ogni probabilità dalla panchina. Trezeguet, scartato per far spazio ad Anelka, Malouda e al giovane Benzema - oltre agli inamovibili Henry e Ribery -, nei giorni scorsi aveva duramente criticato il suo ct dopo le polemiche sulle presunte partite truccate dalla nazionale italiana: «Le sue parole - aveva detto - fanno male alla Francia e al calcio». Un declassamento punitivo, quindi? Non sembrerebbe, visto che l’altro «dissidente» Mexes è stato inserito fra i titolari. Il ct fa scudo: «Non c’è nulla da chiarire», e aggiunge: «Se giocassi ancora preferirei stare nella Francia B piuttosto che guardar gli altri dalla panchina».