Una «triade» di dirigenti per l’Imperia che torna in campionato

L'Imperia ricomincia domani dal "Torta" di Giaveno (neve permettendo) la sua avventura nel campionato di serie D, dopo le tre mancate presentazioni consecutive che avevano fatto temere la radiazione che sarebbe scattata inesorabilmente alla quadra defezione. Alla vigilia di Capodanno il pacchetto di maggioranza del sodalizio nerazzurro è passato (anche se l'operazione verrà formalizzata solo nei prossimi giorni) dalla famiglia Montali alla Trade Line di Pavia, la cui direzione generale ha sede nel capoluogo meneghino. La nuova dirigenza, che si è già insediata negli uffici di piazza d'Armi, è costituita da una sorta di "triade" della quale fanno parte Carlo Cottarelli, 75 anni, referente della Trade Line ed ex membro del consiglio d'amministrazione dell'Inter ai tempi di Fraizzoli indicato quale vicepresidente, dal nuovo direttore generale Mirco Buzzetti, medico di San Donato Milanese col quale collabora l'ex arbitro di serie A, lo spezzino Egidio Ballerini. La nuova squadra del cui allestimento si sta occupando lo stesso Gianfranco Montali nominato responsabile dell'area tecnica, è stata affidata al quarantaseienne tecnico toscano Lorenzo Mazzeo che con un organico assemblato in poco meno di una settimana, dopo la dismissione dell'intero parco giocatori a seguito della grave crisi societaria, dovrà tentare di arrivare alla salvezza partendo da quota 21 punti, se non arriveranno altre penalizzazioni a seguito delle "vertenze" proposte dagli ex giocatori che non hanno percepito gli stipendi relativi alla scorsa stagione. Nuovo sponsor tecnico dell'Imperia è la Nike e i nerazzurri, scenderanno in campo con le stesse magliette indossate di solito da Cruz e compagni, donate - grazie ai buoni uffici di Cottarelli con la società campione d'Italia - dal club di via Durini. La colonna vertebrale dell'Imperia che si sta formando in queste ore sarà formata dal portiere Emiliano Campana ex Derthona, dal centrale difensivo Vona, 33 anni, anni ex Avellino e dal centrocampista ex Pro Patria Fabio Barison. L'imprenditore genovese Milo Durante, che era stato in trattative per rilevare il club non si arrende e dice: «Costituirò comunque una nuova società e proporrò la nascita di una Fondazione per salvaguardare il patrimonio sociale e sportivo costituito dall'Imperia».