Triangolo tra Genova, Torino e Firenze per avere Bojinov

Marchini possibile vice di Rossi. Fabiano recupera e a Pescara ci sarà. Carovana di pullman in trasferta

Tutti fiduciosi anche i suoi procuratori: l'affare Pavone si chiuderà positivamente entro domenica. Ostenta ottimismo anche Federico Pastorello che rappresenta gli interessi della punta argentina in Italia. Insomma 'El Tanque' arriverà e forse già domani potrebbe tenersi il vertice tra i dirigenti dell' Estudiantes e della società rossoblù. All'incontro non è escluso che partecipi anche l'attaccante e la sua presenza avrebbe davvero il sapore dell'accordo imminente.
In attesa che l'affare arrivi ad una conclusione entro la fine della settimana ecco che in casa rossoblù alla voce seconda punta si fa prepotente il nome di Valeri Bojinov. Sì proprio lui, il talento bulgaro esploso in serie A nel Lecce a soli sedici anni sarebbe al centro di un clamoroso intrigo, un'incredibile triangolazione, Genova-Torino-Firenze.
Da tempo l'attaccante ha capito che nella Juventus lo spazio da qui alla fine della stagione sarà limitato e ha cominciato a preparare le valigie. Il suo scopritore Pantaleo Corvino, attuale direttore sportivo della Fiorentina proprietaria del cartellino, nei giorni scorsi dopo le sirene granata si è affrettato a dire che il giocatore fino a giugno non si sposterà. Ma poi è subentrato un elemento nuovo. Alla Fiorentina di Prandelli piace, come tante altre di serie A, Domenico Criscito. E allora visto che al Genoa serve una punta, la triangolazione porterebbe Bojinov a Genova in prestito con diritto di riscatto, a Firenze andrebbe la metà del cartellino del giovane difensore rossoblù con l'altra ancora in mano della Juventus. Forte limite all'affare sarebbe però rappresentato dai difficili, per non dire impossibili, rapporti tra Preziosi e il patron viola Dalla Valle.
Intanto per il centrocampo, come vice di Rossi, è sbocciato un nome nuovo. Si tratta di Davide Marchini 26 anni poliedrico incursore di fascia destra dichiarato cedibile dalla sua squadra, la Triestina. Su di lui si sarebbero orientati anche gli interessi del Livorno e, soprattutto, dell'Atalanta che in cambio avrebbe posto sul piatto della bilancia il giovane Defendi. In uscita la società rossoblù ha invece respinto un attacco del Torino a Francesco Bega. Il difensore è stato dichiarato incedibile dal presidente Enrico Preziosi.
Da Pegli buone notizie ieri dalla partitella disputata al Pio contro la Corniglianese. Fabiano ha giocato entrambe i tempi sciogliendo positivamente i dubbi sul suo impiego a Pescara: ci sarà. Si è rivisto anche Marco Rossi che ha giocato però meno di un tempo e in Abruzzo al massimo potrà partire dalla panchina. La partitella, finita 6-1 con le reti di Sculli, Di Maio, Adailton, Aurelio, Masiello, Diogo, ha invece confermato l'allarme al centro del campo. La contrattura subita da Longo martedì a Vercelli lo ha messo fuori gioco e al centro del campo si profila così l'impiego dal primo minuto di Juric accanto a Coppola.
E in occasione della lunga trasferta di sabato i tifosi hanno comunque preparato una carovana di pullman. A mobilitarsi l'Associazione Club Genoani (info 340.7474722), il Genoa Club Amt, i Figgi du Zena e il Genoa Club Sette Settembre.