Triboniano: 16 rom rimpatriati

Sgomberi, sgomberi e ancora sgomberi. Dopo i numerosi controlli susseguitisi la scorsa settimana, ieri mattina la polizia ha ricominciato a controllare le aree dismesse e i campi. Sono stati ben sedici in tutto, dieci uomini e sei donne, gli extracomunitari, tutti di nazionalità romena, che sono stati accompagnati all’ufficio immigrazione della questura per le procedure di espulsione dopo il controllo dei poliziotti del commissariato di Bonola nel campo nomadi di via Triboniano. Si tratta del secondo controllo in pochi giorni nello stesso campo.
Ma non è finita qui. Altri dodici stranieri - undici nordafricani e una donna di origine croata - infatti, sono finiti all’ufficio immigrazione per accertamenti sulla regolarità del loro soggiorno in Italia dopo lo sgombero fatto, sempre ieri mattina e sempre dalla polizia, nell'ex stabile dismesso di via Guerzoni, 23, vecchia sede dell'associazione di volontariato «L'amico Charly Onlus». Nei prossimi giorni sono previsti altri blitz delle forze dell’ordine in aree dismesse e in campi nomadi.