Triboniano in fiamme Una notte d’inferno

Fiamme alte fino a 10 metri che illuminano la notte alla estrema periferia sud. Tutt’attorno i lampeggianti dei mezzi di soccorso, ambulanze, forze dell’ordine e soprattutto vigili del fuoco. Una dozzina di mezzi, oltre 50 uomini che lottano duramente tra le esplosioni delle bombole di gas, per circoscrivere l’incendio. E solo dopo due ore il fuoco viene domato. Ma per spegnerlo completamente si è fatta l’alba. Fortunatamente non ci sono state vittime ma tanta paura soprattutto per i 400 rom che ieri notte sono scappati in tutta fretta per non restare intrappolati tra le fiamme. L’area colpita è quella sorta abusivamente e sorge a ridosso di quella invece attrezzata, risparmiata dalle fiamme. Ma per fortuna nessuno mancherebbe all'appello. Solo per un paio di ore ci sono stati momenti di apprensione perché una madre non riusciva più a trovare i suoi figli. Ma alle 22.30 la donna li ha potuti riabbracciare facendo rientrare l’allarme. Gli sfollati sono stati ospitati dal comune: i bimbi nei centri per minori, gli adulti in via Ortles