IN TRIBUNALE DOPO IL BLITZ

«Adiremo alle vie legali perché abbiamo avuto un danno d’immagine. I nostri villeggianti, infatti, potrebbero andare a sciare altrove, anche all’estero». Lo ha annunciato il sindaco di Cortina d’Ampezzo, Andrea Franceschi, nel corso di una trasmissione a una tv locale veneta, dopo il blitz del 30 dicembre a opera dell’Agenzia delle entrate contro gli evasori fiscali nel centro ampezzano. Il primo cittadino di Cortina ha annunciato che «domani (oggi ndr) avrò un incontro con i legali per fare il punto della situazione. Noi siamo compatti nella lotta all’evasione. Chiediamo però di avere tutti i dati della verifica per dividere le mele marce dagli operatori onesti e per tutelare la nostra onorabilità. Dei cittadini e dei turisti di Cortina d’Ampezzo».