Tribunale Conciliazioni civili, nasce il centro per l’orientamento

Ha aperto in Tribunale il primo centro di orientamento alla Conciliazione d’Italia, un posto dove avvocati, magistrati e persone comuni possono ottenere informazioni sul modo di arrivare a una soluzione veloce delle loro diatribe. Secondo la Camera di commercio, le imprese di Milano spendono 4 milioni di euro per «litigare» fra spese di tribunale, perdite e mancati pagamenti. Una cifra altissima che spiega l’interesse di istituzioni diverse per il centro e per il progetto «Conciliando» che lo ha ideato. Non vuole essere un «alibi» per i problemi della giustizia, ha ammonito il presidente del Tribunale Livia Pomodoro, che però considera mediazioni e arbitrati (a cui si devono rivolgere volontariamente entrambe le parti) utili a risolvere i problemi della gente. È andato anche oltre il presidente della Regione Roberto Formigoni parlando anche del valore educativo della conciliazione «che fa risparmiare, soldi, tempo e abitua a una cultura in cui i litigi trovano una soluzione nel confronto pacifico». Per questo la Lombardia ha stanziato centomila euro per il centro che - aperto in via sperimentale a giugno con a seguire una pausa estiva - ha già avuto più di 300 contatti.