Il tribunale di "Forum" è un teatrino dove vince il surreale

Chi ricorre a questo simulacro di giustizia? Ecco il punto meritevole di essere chiarito.

Mi hanno rimproverato di utilizzare la presente rubrica domenicale, Telemenate , per parlare male di tutte le emittenti escluse quelle di Mediaset, perché di proprietà della famiglia Berlusconi, esattamente come il Giornale . Volendo dare ragione ai miei detrattori, mi accingo a parlare bene di Canale 5, che manda in onda un programma talmente bello e di successo da sembrare taroccato, falso, fiction. Mi riferisco a Forum , una specie di tribunale, con tanto di giudice monocratico e avvocati delle parti, accusa e difesa, impegnati in appassionate requisitorie.

Chi ricorre a questo simulacro di giustizia? Ecco il punto meritevole di essere chiarito. Si tratta di persone formalmente in lite per motivi vari e talvolta stravaganti: dalla scelta non condivisa della scuola cui affidare l'educazione dei figli alla destinazione della tomba di famiglia. Di norma i contrasti sono tra coniugi incapaci di trovare un accordo in casa e, pertanto, costretti a rivolgersi a un giudice terzo ovviamente togato, ma prestato alla tivù per garantire veridicità e attendibilità allo spettacolo.

Insomma, il verdetto è emesso da un professionista, non da un tizio qualsiasi che si improvvisa magistrato. E fin qui, nulla da eccepire. L'aspetto sorprendente consiste nei personaggi che, allo scopo di ottenere una sentenza, di loro volontà si appellano a Forum , egregiamente orchestrato da Barbara Palombelli, nota opinionista e tuttologa di pronto intervento. Costoro, in spregio alla riservatezza, anziché dirimere i loro contenziosi in tinello o in camera da letto, come facciamo tutti a costo di alzare la voce o di procedere al lancio di piatti e bicchieri, decidono di bisticciare in uno studio televisivo, lavando i panni sporchi in piazza per divertire milioni di spettatori. Che gusto ci trovino a esibire le proprie miserie spesso grottesche, è un mistero insondabile.

Abbiamo un sospetto. Se si rivelasse fondato, rivaluterebbe i protagonisti della seguitissima trasmissione (audience assai importante) curata fin nei minimi dettagli e con toni quasi surreali che sfiorano un tipo di umorismo da commedia dell'assurdo. Non sarà che ad agire dinanzi alle telecamere non sono veri stupidotti, desiderosi di ostentare la propria straordinaria dabbenaggine, bensì attori pagati per ricoprire con maestria il ruolo di cretini? Se così fosse, ci complimenteremmo con gli autori e gli interpreti della «sceneggiata», impareggiabili nell'arte di prendere per il culo il pubblico di Canale 5.

Viceversa, qualora appurassimo che la stimata Barbara Palombelli, il cui talento non è in discussione, fosse contornata da gente che «non ce fa», ma «c'è», dovremmo rassegnarci a un'amara conclusione: la tivù piace assai soprattutto quando mostra i peggiori difetti della società, il cui sbandieramento non scandalizza il popolo televisivo, ma lo consola e gli dà la certezza di essere in buona compagnia.

Quanto alla sullodata Palombelli, meriterebbe comunque un applauso: non è da tutti trasformare un'accolita di disadattati vanagloriosi in una troupe affiatata di teatranti gratuiti. Sta di fatto che Forum fora lo schermo. I critici schizzinosi ne prendano atto.

Commenti

vince50

Dom, 26/04/2015 - 20:41

Si tratta di intrattenimento,spettacolo,di conseguenza è altamente probabile che la quasi totalità siano attori.Probabilmente traendo spunto dalla realtà,in ogni caso molto ben orchestrata puntando sulla curiosità e la voglia di farsi sempre i fatti degli altri.Più che Forum,direi un gran bucum.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 26/04/2015 - 20:45

L'ho guardata una volta cazzeggiando per i canali. Dopo qualche minuto mi è venuta la voglia,irresistibile quasi,di tirare una scarpa nello schermo:era talmente al limite dell'assurdo la vicenda che sembrava anche a me taroccata. A scanso di equivoci, anche se guardo poco la TV, quando mi capita a tiro di tasto la salto a piè pari come si dice. Complimenti al dr. Feltri per l'analisi!!!!

Alessio2012

Dom, 26/04/2015 - 21:02

Caro Feltri, ma che te ne frega se ti hanno rimproverato? Hai paura di essere condannato come Vespa? Le critiche dei comunisti non vanno ascoltate, perché perdono sempre da una parte.

San29

Dom, 26/04/2015 - 21:32

Lo sanno anche i bambini che quelli che partecipano sono attori o gente pagata per la giornata.

gianni59

Dom, 26/04/2015 - 23:34

no comment...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 27/04/2015 - 00:51

Una cosa non capisco dei seguaci di questa trasmissione. Già è molto sgradevole avere delle rogne personali che a volte sfociano anche in violenti litigi. Non si perciò capisce che gusto ci sia a guardare altri due che litigano. GUSTO DEL MACABRO?

sniper21

Lun, 27/04/2015 - 01:09

Fai bene a parlare bene di Mediaset ma per un miliardo di motivi. Cmq se cominci il monologo dicendo che puoi parlare male di tutte le reti e non di quelle Mediaset implicitamente lo stai già facendo svelando ciò. Ti ricordo che a Forum non ci sono avvocati di accusa e di difesa ma bensì un Giudice che nella stragrande maggioranza delle cause è un'avventura.. Tutto questo discorso appare incentrato a fare i complimenti alla Palombelli. Potevi farlo senza alzare una nuvola che altro non è che aria fritta. Il senso del mio discorso è orientato a dirti di non perderti in sciocchezze anche perché sei una persona che stimo

sniper21

Lun, 27/04/2015 - 01:14

Sentirti parlare di Forum mi rattrista

lakos29

Lun, 27/04/2015 - 06:28

Sono attori, io avevo chiesto come fare l'opinione sta nel pubblico, che se avete notato viene da città diverse ogni volta ma intervengono sempre gli stessi, ma siccome non ero di Roma e quindi non potevo essere sempre lì mi era stato proposto di partecipare ad una causa, con relativo provino per la scelta dei contendenti, con pagamento di €250 più spese di soggiorno.

Noumeno

Ven, 10/06/2016 - 11:56

Rientra nella logica dell odiens: perorare, con ausulio di scaltri sceneggiatori, cause di comune intolleranza quotidiana; tanto più private quanto più morbose, è una finta indignazione quella rivolta ai fatti altrui come estranei, noi siamo animali morbosi e quandi "sotto sotto" ci piace ciò che è morboso. Naturalmente la considerazione è sifatta per la società in cui viviamo che "nutre" ciò che a essa rende "nutrimento": consumismo.