Tribunale libera presunto terrorista di Hezbollah

Arrestato con l’accusa di terrorismo internazionale, su richiesta della Turchia, un curdo di 38 anni al quale era stato concesso il permesso di soggiorno in Italia per motivi umanitari è stato scarcerato oggi dai giudici della quinta Corte d’appello di Milano che, oltre a negare l’estradizione, hanno derubricato il reato in associazione sovversiva. Reato che, essendo stato commesso nel 1999, è stato dichiarato prescritto. La vicenda giudiziaria italiana di Riza Basyan comincia lo scorso 11 dicembre quando venne arrestato in provincia di Como poco dopo aver accompagnato il figlio a scuola. Nei giorni successivi le autorità turche inviano al ministero della Giustizia la richiesta del mantenimento della custodia cautelare in carcere. L’uomo era accusato di far parte dell’associazione fondamentalista islamica Hezbollah.