In Tribunale Muratore-amante sorpreso in casa dal marito di lei

Galeotto fu un palazzo in ristrutturazione, divenuto scenario, tra calcinacci e impalcature, di una storia d’amore e tradimenti finita in Tribunale. Protagonisti della storia, iniziata nella capitale due anni fa, un muratore che lavorava alla ristrutturazione della facciata esterna di un palazzo nel quartiere Tiburtino e un’inquilina del terzo piano, sposata e madre di due figli. Per mesi il Romeo della situazione, passando dall’impalcatura entrava direttamente nell’appartamento della sua Giulietta, trascorrendo qualche ora d’amore con lei; fino al «blitz» del marito della donna, che, incuriosito da qualche pettegolezzo di troppo ascoltato per caso tra gli inquilini del palazzo, li ha scoperti insieme.
Morale della storia: i due amanti non più clandestini sono finiti in Tribunale, ma ognuno per la sua strada. Nei confronti dell’ormai ex moglie, P.F. ha chiesto la separazione e l’allontanamento dei figli, chiedendo che stiano con lui; il padre di famiglia è stato invece denunciato per lesioni dal muratore che, colto in flagrante con la signora, sarebbe stato picchiato e avrebbe riportato la frattura di due costole e la rottura della mandibola. Sulla sorte del marito tradito e accusato di lesioni dal rivale in amore deciderà il giudice dell’udienza preliminare a luglio prossimo.
I fatti risalgono a marzo del 2007, quando nel palazzo dove risiedeva la famiglia ormai divisa, sono iniziati i lavori di ristrutturazione della facciata esterna. La scintilla tra G.L., muratore 41enne e F.F, giovane madre di famiglia, scocca romanticamente su un’impalcatura: la donna, casalinga, è sempre in casa e per caso incrocia lo sguardo dell’uomo. Giorno dopo giorno, quegli sguardi si fanno più insistenti e lasciano il posto a frasi d’amore pronunciate dall’operaio a voce alta, affinché la sua spasimante gli apra la finestra della camera da letto. E così, dopo un mese di corteggiamenti la donna cede alle lusinghe dell’aitante spasimante, iniziando una relazione clandestina. Per cinque mesi gli incontri mattutini dei due amanti procedono senza intrusioni; fino a quando qualche inquilino del palazzo nota i movimenti dei due. Qualche parola di troppo e rivelazioni giungono all’orecchio del marito della donna dal piano superiore alla sua abitazione; da quel momento cominciano gli appostamenti dell’uomo, che un giorno, sicuro dei tradimenti della moglie, fa un blitz nell’appartamento cogliendo i due amanti di sorpresa. Il muratore, secondo la denuncia da lui presentata, viene aggredito e colpito con forza dal marito della donna, tanto da riportare una frattura delle costole e la rottura della mandibola. Tra i due ex coniugi inizia invece una causa di separazione. Sarà ora il giudice, a luglio prossimo, a chiudere un primo capitolo sulla piccante storia, pronunciandosi sulle sorti del marito tradito, accusato di lesioni nei confronti del rivale.