Tribunale, al posto di Spataro arriva il fratello del ministro Ds

É Giovanni Canzio, attuale presidente della Corte d’appello dell’Aquila, il candidato in pole position per la poltrona di presidente della Corte d’appello di Milano. Per il posto lasciato libero da Alfonso Marra - costretto alle dimissioni dalle conseguenze dell’inchiesta sulla «cricca» degli appalti - Canzio dovrà vedersela con Roberto Rordorf, consigliere in Cassazione: ma Rordorf è di Magistratura democratica come il procuratore Edmondo Bruti Liberati, e la sua nomina sarebbe considerata uno sbilanciamento «a sinistra» dell’apparato giudiziario milanese.
Un esponente di spicco di Magistratura democratica arriverà comunque a Milano: è Giovanni Salvi, pubblico ministero a Roma, che ha chiesto di essere nominato procuratore aggiunto nel capoluogo lombardo. Salvi dovrebbe ereditare la guida del pool antiterrorismo milanese da Armando Spataro, che è tornato semplice pubblico ministero per raggiunti limiti di tempo. Nel curriculum di Salvi, le inchieste sui fiancheggiatori delle nuove Br.