Trichet: «La Bce difende la Banca centrale polacca»

Da Milano

Il governatore della Bce è intervenuto in difesa della Banca centrale Polacca, dopo che ieri il Parlamento di Varsavia ha lanciato un'indagine sulla supervisione e sulle privatizzazioni bancarie. In una dichiarazione, Jean-Claude Trichet ha detto che la Bce «sostiene pienamente l'indipendenza della Banca centrale della Polonia e sta esaminando molto attentamente l'evoluzione della situazione». La stessa Banca centrale polacca ha detto che l'iniziativa è «un'evidente violazione» della sua indipendenza. I conservatori e i loro alleati, attualmente partiti di governo, hanno spinto per l'inchiesta, che dovrà chiarire la rilevante presenza di investitori stranieri negli istituti polacchi. La questione del controllo sulle banche è diventata un argomento caldo dopo che UniCredit in seguito alla fusione con Hvb ha deciso di fondere la controllata Banca Pekao con Bph, ereditata dall'istituto tedesco. Intanto il gruppo francese Societé générale ha presentato un'offerta del valore di 900 milioni di euro per l'istituto di credito croato Splitska Bank, di proprietà di Bank Austria-Creditanstalt e confluito in Unicredit in seguito all'aggregazione con Hvb. Lo hanno affermato fonti vicine al dossier.