Tridente spuntato, Prandelli cambia Goleada viola con il vecchio modulo

Massimo Bianchi

da Firenze

Vittoria larga, tre punti, sollievo. Ma guai ad illudersi. La Viola dilaga dopo aver sofferto per oltre un’ora quando il Catania, pur non riuscendo mai ad impensierire Frey, era bravo a far muro davanti al tridente rischiato da Prandelli. Esperimento fallito e rientrato dopo il primo tempo. Ridisegnato il centrocampo e richiamato all’ordine Mutu, l’unico che sa saltare sempre e comunque l’avversario ma che, considerandosi una prima punta, mal sopporta di fare il portatore d’acqua per Toni, sono arrivati vantaggio e goleada. Sfruttando anche una superiorità numerica Jorgensen sbloccava su una conclusione ribattuta di Toni. Ottenuto il vantaggio arrivava il raddoppio del centravanti, assist di Mutu, e il sigillo di Dainelli. Con gli ospiti ormai in nove e incapaci di impensierire la difesa viola.