Triennale Bovisa, nuovo appuntamento con Cinema Arte

Mercoledì 4 agosto riprendono le proiezioni di video e filmati nella sede di via Lambruschini a MIlano della rassegna estiva dedicata ai vari linguaggi della creatività artistica

Nuovo appuntamento oggi, mercoledì 4 agosto, a Triennale Bovisa con Cinema Arte, rassegna estiva che incrocia differenti linguaggi della creatività passando dal rapporto tra le arti visive e il cinema, tra la musica e la poesia, il design e la videodanza. Appuntamento ogni mercoledì, con pausa nella settimana di ferragosto, per la durata complessiva di sette incontri, durante i quali vengono proposti i lavori di autori di provenienza internazionale, (in anteprima italiana e milanese), su artisti - pittori, musicisti, videoartisti, designer - che hanno avuto un ruolo particolarmente significativo nella poetica moderna e contemporanea. Tra i film Stones in Exile, con cui è stata inaugurata la rassegna, diretto e realizzato da Stephen Kijak con diversi filmati d'epoca che hanno ripreso il gruppo dei Rolling Stones, alla fine degli anni '60 quando era impegnato nella creazione di Exile in Main Street, uno dei loro migliori successi; Picasso & Braque Go to the Movies, co-prodotto da Martin Scorsese e firmato dal noto regista e critico d'arte statunitense Arne Glimcher, fondatore della prestigiosa PaceWildenstein Gallery di New York, straordinario e vivace affresco sulle origini del magico connubio tra arti visive e cinema; A Walk Into The Sea, in anteprima italiana, di Esther Robinson, nipote di Danny Williams, uno dei membri della mitica Factory fondata da Warhol nei primi anni '60 che racconta il rapporto professionale, artistico ed esistenziale tra lo zio e il grande Andy Warhol; Voluptas dolendi. I gesti del Caravaggio regia di Francesco Vitali, visione inedita sul mondo di Caravaggio, in cui il linguaggio del teatro incontra la musica e la pittura, facendoci entrare direttamente nel suo sguardo.
A questi titoli si aggiunge Voci di donne. Omaggio a Pina Bausch, Fernanda Pivano e Alda Merini, tre donne della scena artistica internazionale, recentemente scomparse; e una selezione di titoli dedicati alla Videodanza, un genere ancora poco noto in Italia, ma di grande efficacia narrativa e stilistica, tra cui, tra gli altri Il vento come fa ci tace, di Abbondanza/Bertoni, girato negli spazi del Pirellone a Milano.
Prossimo appuntamento mercoledì 4 agosto, ore 21.30 con Distanza di sicurezza, di Enzo Procopio (Italia, 2002, 14'), e Milton Glaser: to Inform & Delight, di Wendy Keys (Stati Uniti, 2008, 73' anteprima italiana) dedicato a Milton Glaser (1929), principale esponente del design americano. Le interviste con Glaser sono costruite per condurlo attraverso la cronologia di massima della sua vita: studi presso la Scuola Superiore di Musica e Arte a New York e presso Cooper Union, un determinante soggiorno in Italia, il suo matrimonio, e le sue svariate collaborazioni, fondatore dei Push Pin Studios e della rivista "New York", collaboratore per "The Nation".
Triennale Bovisa, via Lambruschini 31, ingresso libero, film in lingua originale con sottotitoli in inglese; selezione a cura di Patrizia Rappazzo (Sguardi Altrove Film Festival) con la collaborazione di Sandra Lischi.