A Trieste c’è Del Piero la Juve frena Bojinov

La serie B, oggi, guarda con nostalgia alla Juventus che gioca a Trieste (che fu patria di un suo acerrimo ma lealissimo avversario, il granata Nereo Rocco), dove in passato è stata protagonista di celebri sfide, soprattutto nell’immediato dopoguerra quando i giuliani veleggiavano (un paio d’anni) nei piani alti della classifica. Deschamps schiera assieme Del Piero e il capocannoniere Trezeguet con Bojinov in panchina, una coppia d’attacco da primo posti in serie A.
Ma la serie B guarda con interesse al Genoa capolista, che a Marassi ospita il Cesena, squadra da piani alti, in grado di impensierire la difesa ligure (7 reti subite, non è grande impresa: meno male che l’attacco è a quota 13, il migliore con quello della Juventus). E guarda anche al Napoli, altra squadra che lotta per l’immediata promozione in serie A, che riceve il Crotone, undici di non grande credito. Infine c’è Mantova-Bologna che dovrà chiarire le vere possibilità di due formazioni ambiziose.
PARTITE - Ieri: Rimini-Brescia 2-0 (19’ st Jeda, 25’ Barusso). Oggi (ore 16): Arezzo-Spezia; Bari-Treviso; Frosinone-Piacenza; Genoa-Cesena; Mantova-Bologna; Modena-Lecce; Napoli-Crotone; Pescara-Vicenza; Triestina-Juventus. Lunedì (ore 20.45): Verona-Albinoleffe.
CLASSIFICA: Genoa punti 15; Rimini 14; Mantova, Napoli e Cesena 12; Bari e Brescia 11; Piacenza, Lecce e Bologna 10; Albinoleffe, Triestina (penalizzazione -1), Modena, Treviso e Frosinone 8; Spezia 7; Verona 6; Crotone 5; Vicenza 2; Pescara (-1) 1 e Juventus (-17) -1; Arezzo (-6) -2.