Trieste è la prima città a rendere obbligatori i vaccini

Il consiglio comunale della città adriatica approva le vaccinazioni obbligatorie per i bimbi da 0 a 6 anni

È Trieste la prima città d'Italia a imporre la vaccinazione obbligatoria per tutti i bimbi che frequentano gli asili e le scuole materne comunali e anche gli istituti convenzionati.

Il consiglio comunale della città capoluogo di Regione ha approvato ieri la delibera proposta dall'assessore all'Infanzia Angela Brandi e da Forza Italia su mozione della giunta di centrodestra guidata dal neosindaco Dipiazza.

La proposta degli esponenti azzurri arriva dopo che i dati che segnalano a Trieste un vero e proprio crollo delle vaccinazioni (non si raggiunge la soglia di sicurezza del 95%), unitamente al caso della pediatra malata di Tbc e, scrive il Piccolo, all'aumento degli arrivi di migranti.

A votare la mozione tutta l'aula municipale con l'eccezione dei consiglieri Cinque Stelle, che si sono astenuti pur avendo votato sì in Commissione. Il nuovo provvedimento riguarda quarantamila bimbi dagli 0 ai 6 anni ripartiti in circa sessanta istituti fra asili nido e scuole dell'infanzia, sia pubblici che convenzionati. A partire da fine gennaio, al momento delle iscrizioni per il prossimo anno scolastico, i bimbi verrano sottoposti alla vaccinazione antidifterica, all’antitetanica, all’antipoliomielitica e all’antiepatite virale B.

Dall'amministrazione comunale intanto assicurano: i controlli saranno a tappeto e la vigilanza intransigente. Si tratta della prima città in Italia ad adottare un simile provvedimento, ma in questa direzione si erano già mosse le Regioni Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Marche.

Commenti

chebarba

Mar, 29/11/2016 - 12:30

speriamo presto tutti poichè di gente con la mente infrcita di nozioni prese a caso da internet e da pseudo guru che mette in pwericolo la salute dei fifli propri e di quelli altrui non ne posso più

wrights

Mar, 29/11/2016 - 12:32

Sbaglio o quei 4 vaccini sono già obbligatori da anni in tutta l'Italia???

spaccanapoliblog

Mar, 29/11/2016 - 15:28

Bella vedere questa premura e questa diffusa tendenza nel tutelare il prossimo da contaminazioni. Il tutto confermato dalla scienza "ufficiale" e diffuso dai media, detentori della giusta informazione. Eclissando un dato fondamentale che pone, alla base di questa bonifica globale, una stupefacente operazione commerciale, i cui ricavi in parte andranno divisi tra i soliti nomi ed il restante verrà investito per lo studio di diffusione di nuove malattie.Non sono contrario al vaccino, ma sono convinto che, fino a quando ci limiteremo all'egoistica visione di curare la nostra prole e mandarla a scuola con il grembiule pulito e iphone nella tasca, non interessandoci minimamente che quasi 2 milioni di bambini all'anno muoiono di semplice diarrea, saremo sempre invasi da nuovi virus sempre più letali..e quelle morti banali e diffuse, fungono da laboratori a beneficio di coloro che millantano di tutelarci.

Pinozzo

Mar, 29/11/2016 - 16:34

Alleluja. Bravi.

chebarba

Mar, 29/11/2016 - 16:49

spaccanapoliblog di stupefacente ci sono solo gli allochhi cibernauti complottisti dell'ultimora oggetto della stupefacente operazione commerciale è stata tua e mia madre negli anni '40 '50'60 tu e io negli anni '70 e '80, '90, i nostri figli 2000-2010, a te che sei vaccinato con tutto quanto all'epoca disponibile che danno ti hanno fatto? inoculato gli alieni? tutto è operazione commerciale ancor di più gli antivaccinisti che tra convegni, visite a pagamento, libri pseudoscientifici e blig tirano su un bel gruzzoletto dai gonzi che abboccano come alle pseudo cure, ci si ammala e si muore e l'antiscenza non può nulla al riguardo mentre la medicina e la pulizia hanno fatto e fanno tanto