Trieste, via il confine con la Slovenia

Demolite le barriere dei controlli a Rabuiese in vista dell'ingresso della Slovenia nella cosidetta "area Schengen"

Trieste - Cominciati questa mattina i lavori di smantellamento della parte italiana del confine internazionale con la Slovenia di Rabuiese (Trieste), in vista dell’imminente ingresso della vicina repubblica nell’area Schengen. Il via dei lavori è stato deciso dopo una lunga serie di passaggi burocratici e numerosi preparativi e sopralluoghi. Al valico internazionale di Rabuiese camion e caterpillar rimuovono guardiole e pensiline. Anche i dirigenti della Questura di Trieste hanno realizzato un sopralluogo al confine di Rabuiese per definire i dettagli degli interventi da realizzare e sull’opera di monitoraggio e di controllo alla frontiera che verrà effettuata da parte delle forze dell’ordine. Un’attività che peraltro proseguirà anche dopo l’entrata della Slovenia nell’area Schengen con una serie concordata di presidi e pattugliamenti.

Per quanto riguarda i valichi italo-sloveni della provincia di Gorizia le strutture dalla parte italiana saranno abbattute nei prossimi giorni, forse già nel week-end. Gli interventi - che riguarderanno i valichi di Sant’Andrea e della Casa Rossa - sono stati definiti nell’ambito di una riunione con le istituzioni locali presieduta dal prefetto Roberto De Lorenzo. Da parte slovena invece i lavori per lo smantellamento delle cabine e per la viabilità veicolare sono quasi completamente conclusi.