Trieste come la Sicilia, bufera nel Pdl

Il barometro del centrodestra segna tempesta nel capoluogo giuliano dopo la nascita di Pdl-Trieste, nuovo gruppo del consiglio comunale dove regna la maggioranza An-Forza Italia (non ancora gruppo unico). Il caso è scoppiato con il diktat d’agosto del sottosegretario Roberto Menia, leader locale di An, che ha silurato a mezzo stampa Franco Bandelli, assessore comunale ai Lavori pubblici. Menia, fedelissimo di Fini, critica il «partito caserma» di Berlusconi a Roma, ma a Trieste fa il «piccolo dittatore». Bandelli, che gode di notevole seguito popolare, ha reagito fondando l’associazione «Un’altra Trieste» con quattro consiglieri comunali e altri eletti Pdl. «Non siamo fuori dal Partito della libertà, ma i malumori sono evidenti – spiega -. E dettati da dirigenti locali lontani dalla gente e malati di onnipotenza».