Trimestrale: previsto calo di utile e debito

Telecom Italia

Telecom Italia dovrebbe vedere un calo del 14% dell’utile netto nei nove mesi legato al raffronto sfavorito da un anno di poste straordinarie, nonostante fatturato ed Ebitda in rialzo. È quanto emerge da un sondaggio con 12 analisti a fronte di uno scenario che vede un Brasile brillante, mobile Italia tutto sommato stabile e telefonia fissa debole, penalizzata dai tagli alle tariffe dello scorso anno. Secondo la media delle stime il fatturato salirebbe a 23.058 milioni di euro contro i 22.288 riscontrati nei primi 9 mesi del 2005. Scende il debito netto a 39.922 contro i 41.315 di giugno 2006 e i 42.020 di settembre 2005. L’utile netto e l’Ebit sono inferiori al 2005, anno in cui i dati hanno beneficiato di operazioni straordinarie tra cui le cessioni di Tim Perù e Tim Hellas. Gli analisti attendono un quarto trimestre migliore perché si potranno confrontare due periodi omogenei dal punto di vista delle tariffe che sono calate per via dei tagli fisso-mobile.