Trimestre in rosso per Confagricoltura

da Milano

«Si annulla completamente il risultato congiunturale positivo di più 2,6%, del primo trimestre 2007». Così Confagricoltura commenta i dati diffusi ieri dall’Istat che confermano una riduzione del Pil per il terzo trimestre 2007, sia in termini congiunturali (meno 2% rispetto al secondo trimestre 2007) sia tendenziali (meno 2,2% sul terzo trimestre 2006). Si delinea, pertanto, a parere di Confagricoltura, un consuntivo dell’anno in cui l’aumento in termini di quantità del valore aggiunto agricolo, se ci sarà, potrebbe oscillare intorno all’1%. «Troppo poco - dice Confagricoltura - per compensare le flessioni degli anni 2006 e 2005, che nel complesso avevano portato il livello del valore aggiunto agricolo a oltre 7,5 punti percentuali in meno. Il valore aggiunto del 2007 potrebbe risultare inferiore a quello dello scorso anno». Una nota positiva riguarda il fronte dei prezzi, il cui termometro rappresentato dal «deflattore» del valore aggiunto, segnala per l’attività primaria un aumento del 7,7% sul secondo trimestre 2007.