Trimestre in rosso per la prima volta dalla quotazione

Goldman Sachs chiude il quarto trimestre con una perdita di 2,12 miliardi di dollari, 4,97 per azione, peggiore rispetto alla stima degli analisti che si attendevano una perdita per azione di 3,73 dollari. È la prima volta che la banca statunitense archivia un trimestre in rosso da quando è sbarcata in Borsa nel 1999. Nello stesso periodo 2007, Goldman Sachs aveva riportato un utile netto di 3,22 miliardi, 7,01 dollari per azione. A pesare sui conti della banca, riferisce l’agenzia «Bloomberg», sono le svalutazioni di asset e le minori entrate dalle attività di investment-banking. Oggi sarà Morgan Stanley a comunicare i risultati del quarto trimestre. L’agenzia internazionale di rating Moody’s ha tagliato il rating «long-term senior debt» di Goldman Sachs ad A1 da A3.