Il trionfo di Andrea Mura con "Vento di Sardegna"

Lo skipper cagliritano ha vinto, dopo 19 giorni di navigazione in solitario, la prestigiosa "Route du Rhum", la massacrante regata oceanica di 3.562
miglia con percorso da Saint-Malò (Francia) a Pointe à Pitre (Guadalupa)
che si svolge ogni 4 anni

Andrea Mura 46 anni, cagliaritano, a bordo dell’«Open 50 Vento di Sardegna», venerdì 19 novembre ha vinto - dopo 19 giorni di navigazione in solitario - la prestigiosa «Route du Rhum», la massacrante regata oceanica di 3.562 miglia con percorso da Saint-Malò (Francia) a Pointe à Pitre (Guadalupa) che si svolge ogni 4 anni. Mura è il primo italiano della storia a raggiungere questo risultato. Il 31 ottobre scorso, da Saint-MalòA erano partiti 85 concorrenti. Mura ha prevalso nella categoria «Rhum». Tutto il mondo dello sport italiano ha celebrato l’eccezionale impresa del «cagliaritano solitario», impresa che ha avuto anche un grande impatto mediatico. La soddisfazione più grande per il velista sardo è stata quella di ricevere un telegramma di complimenti e di auguri addirittura dal Quirinale: «Nell’apprendere la notizia del telegramma del presidente Giorgio Napolitano - ha poi dichiarato Mura - ho provato un’emozione indescrivibile. Non mi sembra vero. Le parole del Capo dello Stato mi riempiono d’orgoglio e per me rappresentano uno stimolo importante per continuare a lavorare e concentrami su altri importanti obiettivi sportivi. Ringrazio il presidente Napolitano per il grande onore che mi ha voluto riservare». Andrea Mura ha cominciato a praticare la vela nei primi anni Ottanta collezionando importanti risultati fin dagli esordi, tra cui due titoli europei in 420, due campagne olimpiche in 470 e una «Tornado». Tra olimpiche e vela d’altura ha poi messo in bacheca dieci titoli italiani in varie classi. Nel 1985 ha fondato la «Veleria Andrea Mura Sail Design» che ancora oggi rappresenta una delle velerie più competive in Italia.