Il trionfo di Bruseghin l’uomo degli asini che va come un orologio

Il ciclista allevatore nella difficile (e splendida) cronometro di Urbino riesce a battere tutti. Anche Contador, che ha dimostrato di non essere venuto per fare turismo. E gli italiani ora tremano

Ordine d’arrivo 10ª tappa (Pesaro-Urbino cronometro, 39 km): 1. Bruseghin (Ita) in 56’41’’, 2. Contador (Spa) a 8’’, 3. Kloden a 20’’, 4. Pinotti (Ita) a 36’’, 5. Savoldelli (Ita) a 44’’, 6 Menchov (Rus) a 46’’, 7. Nibali a 54’’, 8. Larsson (Sve) a 59’’, 9. Leipheimer (Usa) a 1’01’’, 10. Simoni (Ita) a 1’02’’, 11. Bosisio (Ita) st, 12. Visconti (Ita) a 1’05’’, 16. Riccò (Ita) a 2’04’’, 18. Pellizotti (Ita) a 2’09’’, 19. Di Luca (Ita) a 2’11’’, 45. Bettini (Ita) a 3’37’’.