Un trionfo quando sfilano i baby stilisti

L’Istituto europeo del design si è aggiudicato il riconoscimento dell’edizione 2005, la terza di Milano studia la moda al Gilli Cube. L’evento di tre giorni è dedicato a tutte le scuole e alle Università che si occupano di moda.
Attraverso convegni, mostre e sfilate, i giovani studenti stilisti hanno potuto contare su un parterre di livello composto da giornalisti specializzati e stilisti, per mettere in evidenza il loro talento e la loro personalità. Durante la prima giornata si è svolta la sfilata collettiva davanti a una giuria presieduta da Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia, che ha scelto di premiare l’Istituto Europeo del Design che ora seguirà il Comune durante le missioni internazionali presso le fashion week all’estero. Ma non solo questo, attraverso la Camera Nazionale della moda sono stati assegnati degli stage presso alcune famose aziende del settore, mentre Assomoda ha messo a disposizione cinque stage presso i propri associati. Durante la seconda giornata hanno sfilato tra le altre le creazioni di studenti provenienti dal Messico, da Melbourne e da Birmingham.
«Non mi stancherò mai di ripetere che occorre credere in questi giovani -ha commentato Giovanni Bozzetti, assessore a Moda e Grandi eventi che ha voluto questa iniziativa a Milano -, nella loro forza propulsiva e creatività per rimanere punto di riferimento mondiale del settore. Per questo motivo ritengo necessario che anche nella futura Città della Moda siano previsti spazi gratuiti per i giovani stilisti».