Trofie a volontà per la Gigi Ghirotti

Marta Cerruti

Sori e l’Associazione Gigi Ghirotti: un sodalizio, iniziato nel 2004, che di anno in anno si rinnova e si rafforza in occasione di «Sori Solidale», manifestazione di musica, poesia, intrattenimento e gastronomia, a scopo di beneficenza, giunta ormai alla sua terza edizione.
«Tre anni fa il festival fece il suo debutto, dando ottimi risultati, che superarono persino le nostre più fiduciose aspettative. Nel 2005 ripetemmo l’esperienza, che inaspettatamente raddoppiò il successo della stagione precedente, totalizzando un incasso di circa 16mila euro. Quest’anno ci riproviamo, sperando di bissare il risultato della passata edizione». È con questo auspicio che il sindaco di Sori, Luigi Castagnola, ha esordito alla presentazione del programma, avvenuta ieri nel palazzo della Regione Liguria. Un programma che prevede tre serate, a partire da venerdì prossimo fino a domenica, di concerti, che spaziano dalla musica folk a quella jazz, dalla musica brasiliana alla canzone ligure d’autore. E poi spettacoli di cabaret, letture di poesia dialettale e una lotteria che assegnerà premi prestigiosi. A completare il quadro, la gastronomia. I ristoranti allestiti nell’area pedonale della cittadina, proporranno i piatti della cucina ligure tradizionale, pansoti e trofie, naturalmente al pesto, minestrone alla genovese, focaccia al formaggio e torte salate, mentre gli stand offriranno degustazioni di prodotti tipici quali vini, formaggi e olii. Spettacoli ed intrattenimento gratuiti, a pagamento invece la sezione gastronomica. Il ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione Gigi Ghirotti, che potrà così iniziare i lavori di ristrutturazione del nuovo Ospis, centro per l’assistenza a malati terminali, che andrà ad affiancare quello già attivo a Genova Bolzaneto. La nuova struttura sorgerà in via Montallegro, ospiterà 12 posti letto e sarà il centro di riferimento per la rete di assistenza domiciliare nel levante cittadino. Sono più di mille i malati di cancro e di Aids che ogni anno assiste la Gigi Ghirotti, fornendo loro gratuitamente cure personalizzate e a domicilio. «Una missione purtroppo costosa ed onerosa - confessa il presidente dell’associazione dottor Enriquet - ma che, grazie all’aiuto di iniziative come Sori Solidale, riusciamo a portare avanti con costanza e continuità».