Trojani, un ingegnere-scrittore in cerca della verità tra i ghiacci

In occasione dell'ottantesimo anniversario dell'avventura del dirigibile Italia la casa editrice Mursia ha ristampato il libro La coda di Minosse. La verità sulla spedizione Nobile dell'ingegner Felice Trojani (pagg. 806 pagine, euro 26). Trojani partecipò alla sfortunata impresa e nel suo libro racconta con grande efficacia che cosa accadde sul dirigibile e in quei 48 giorni di permanenza tra i ghiacci, fornendo anche un quadro realistico del mondo aeronautico italiano, dagli esordi alla fine degli anni Trenta. Infine, una curiosità tutta «milanese» riguardo l’impresa: L'avventura dell'Italia era decollata da Milano, dall'hangar di Baggio dove il dirigibile era partito - senza preavviso, per evitare un affollamento di curiosi sul campo di manovra - in piena notte, all'una e 55 del 15 aprile. A Baggio l'aeronave era rimasta circa un mese. Esattamente dal 20 marzo, quando si era agganciata al pilone di ormeggio alle sette di una freddissima mattina, una delle più rigide dell'anno. Poco dopo infatti iniziò a nevicare abbondantemente e molti milanesi videro una curiosa connessione tra il ritorno della neve e l'arrivo del dirigibile polare.