La tromba di Petrella chiude «Gezmataz»

Si conclude in bellezza, questa sera all’Arena del Mare al Porto Antico, la terza edizione della rassegna Gezmataz Festival.
Alle 21 saranà infatti presentato il progetto musicale di grande impatto energetico «Gianluca Petrella Indigo 4», recentemente inciso dal giovane trombonista pugliese, assieme alla sua formazione, per la storica etichetta discografica americana Blue Note.
Petrella, classe 1975, persegue una originale ricerca sonora che unisce il senso più vivo della tradizione jazzistica con le istanze più moderne del suono contemporaneo. Già da tempo collabora con i nigliori esponenti del panorama jazz internazionale (tra cui Enrico Rava) ed è stato eletto «Miglior musicista italiano del 2005» dai giornalòisti e critici musicali della rivista Musica Jazz.
Insieme a lui suonano Francesco Bearzatti (miglior nuovo talento 2003, sempre secondo Musica Jazz), Paolino Dalla Porta e Fabio Accardi.
Domenica scorsa Petrella è stato ospite, assieme a Marco Tindiglia, direttore artistico di Gezmataz, della trasmissione Prima Fila, in onda in diretta su Radiotre.