Troppa neve, scuole chiuse domani

Le abbondanti
nevicate channo convinto il sindaco di Milano Letizia Moratti a
disporre per domani la chiusura di tutte le scuole. "Il generale inverno non ci ha creato ancora grossi problemi, sono le auto a farlo", ha detto il
vicesindaco De Corato intervendo sui disagi causati dal traffico nel capoluogo lombardo. "Si
registra un forte ralentamento dei mezzi Atm - spiega il vicesindaco - ma per il traffico e non per la neve". Rallentamenti sulle tangenziali

Le abbondanti nevicate che si stanno abbattendo sul capoluogo lombardo hanno convinto il sindaco di Milano Letizia Moratti a disporre per domani la chiusura di tutte le scuole. Con un’ordinanza appena firmata il primo cittadino, dopo essersi consultata con il prefetto Gian Valerio Lombardi, ha stabilito che le scuole di ogni ordine e grado domani resteranno chiuse.

Circolazione difficile, a Milano, per le linee del servizio di trasporto pubblico di superficie a causa del maltempo e del traffico automobilistico. Tram e bus, sottolinea la stessa Atm, la società dei trasporti, «subiscono ritardi e rallentamenti». Operative 10 squadre di tecnici in 10 punti più ’a rischiò dell’intersacambio tranviario «per garantire il miglior efficientamento degli scambi». In funzione 24 ore su 24, 10 "sabbiere" per i binari e 10 tram che circoleranno tutta la notte per mantenere i binari puliti. In circolazione 8 treni della metropolitana in più, in grado di trasportare 10mila passeggeri all’ora in più rispetto alla normalità: tre per la linea 2, quattro per la 1 e uno per la linea 3.

«Il generale inverno non ci ha creato ancora grossi problemi, sono le auto a farlo». È quanto sottolinea il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato intervendo sui disagi causati dal traffico nel capoluogo. «Si registra un forte ralentamento dei mezzi Atm - spiega - ma per il traffico e non per la neve». De Corato constata che «l’appello a non usare la macchina non è stato raccolto e, come avevo previsto, ci sono molte auto in giro che causano rallentamenti». Anche alcune tangenziali in uscita da Milano sono bloccate «sempre per problemi di traffico, non per neve» conclude De Corato. Intanto dalla centrale operativa dei Vigili del Fuoco non si registra ancora nessun intervento e si sottolinea che «per ora la situazione è tranquilla», problema traffico a parte.

Forti rallentamenti ma nessun blocco dei treni Lo ha reso noto Trenitalia, precisando che tutte le linee da e per Milano sono aperte. In stazione Centrale, inoltre, è stata aperta a tutti - da sabato - la sala d’attesa di fronte al binario 21 proprio per ripararsi dal maltempo che imperversa sul Paese. Nella normalità la situazione per le ferrovie LeNord che riferiscono che non ci sono stati al momento nè soppressioni, nè gravi ritardi dei treni. In stazione Cadorna - hanno detto - c’è molta affluenza di pendolari, che sono arrivati in anticipo per prendere il treno. Ritardi fino a 140 minuti, qualche treno soppresso e tantissime persone con lo sguardo rivolto ai tabelloni di arrivi e partenze. Questa la situazione alla stazione Centrale di Milano in questo pomeriggio di freddo e neve nel nord Italia. Stazione molto affollata ma non c’è caos nè proteste da parte dei viaggiatori. A causa del ghiaccio i treni Eurostar e Freccia Rossa hanno ridotto la velocità di viaggio. Nel pomeriggio sono stati cancellati due treni in arrivo da Lecce e Venezia, ma la situazione comunque è nella media del periodo. Sul tabellone delle partenze è segnalato un ritardo di 140 minuti per un treno in partenza per Napoli, uno per Livorno ha accumulato un ritardo di 100 minuti e uno per Pescara 90. Molti altri treni registrano ritardi tra i 30 e i 50 minuti. All’interno della stazione Centrale Ferrovie dello Stato ha aperto al pubblico la sala riservata ai clienti Freccia Rossa.

Per far fronte all’emergenza neve il Comune di Milano ha deciso di istituire un’unità di crisi nella sede del comando dei vigili urbani. Al tavolo, coordinato dal vicesindaco Riccardo De Corato, partecipano la Protezione Civile, l’Amsa, l’Atm, il Nucleo di intervento rapido del Comune che potranno così tenere monitorata la situazione del maltempo dalla centrale operativa del comando della polizia locale.

È scattata l’emergenza neve negli aeroporti di Milano a causa delle abbondanti nevicate che stanno interessando la Lombardia a partire dalle h. 15.00 di oggi pomeriggio. Immediato l’intervento della task-force antineve di Sea che conta a Linate 106 uomini e 100 mezzi e a Malpensa 749 uomini e 273 mezzi. A Linate, che dispone di un’unica pista, la task-force è continuamente impegnata per la sua pulizia al fine di rendere sicure le fasi di atterraggio e decollo degli aeromobili. Alla luce della cattiva situazione meteorologica la pista è stata chiusa dalle ore 15.45 alle 16.05. Si registrano ritardi dovuti non solo alla riduzione del numero dei movimenti aerei determinata dall’abbondante nevicata ma anche alle situazioni di maltempo in Italia e nel resto dell’Europa. A Malpensa che può contare su due piste si è intervenuti per effettuare la pulizia alternata delle stesse a partire dalle 16.15. Anche in questo caso i ritardi sono stati contenuti. Sea invita i passeggeri a mettersi in contatto con la propria compagnia aerea per accertarsi della situazione del proprio volo prima di recarsi in aeroporto.