Troppa telefonia? Carlo non lo nega

Contagiato dalla par condicio, Aurelio De Laurentiis, titolare della Filmauro, sforna i film di Natale insieme a Telecom e quelli di Pasqua in compagnia di Vodafone. Se nei cinepanettoni troviamo la farcitura dei cellulari in mano a Christian De Sica, antiquariale testimonial della multinazionale di Tronchetti Provera (vedi gli spot televisivi, col tormentone della campagna Tim), Il mio miglior nemico sa di «product placement». Per «piazzare» il marchio della telefonia mobile anglosassone, nel film pullulano videochiamate e ricerche d’un caffè, fatte al display del cellulare di marca. «C’è troppa Vodafone? Forse sì», previene Verdone, qui alle prese con gli squilletti del nemico. «Siamo stati attenti a non fare marchette», dice De Laurentiis, memore del detto arlecchinesco: «Tanti padroni, nessun padrone».