Troppe auto e poche strade la Lombardia si mette in coda

Maglia nera in Italia. La Lombardia che viaggia è ultima nel rapporto tra veicoli circolanti e strade mentre è prima per numero di veicoli e di merci trasportate su strada. Risultato? Tutti in coda a perdere tempo prima di arrivare a scuola o in ufficio. La ricerca arriva dalla Camera di Commercio di Milano che, con il vice presidente Massimo Sordi, fa notare: «senza un’adeguata rete infrastrutturale il tessuto produttivo del territorio lombardo si ritrova come un corpo atletico senza spina dorsale: incapace di correre quando potrebbe benissimo farlo».
C’è fame di strade in Lombardia dove ci si muove con troppa fatica e dove sulle grandi opere infrastrutturali si consuma un braccio di ferro con gli ambientalisti messi di traverso. In attesa che partano i lavori di Tem, Brebemi e Pedemontana.