«Troppe commissioni, ma nessuna di controllo»

Il capogruppo regionale del Nuovo Psi Donato Robilotta definisce «miope e costosa la decisione della maggioranza ulivista della Regione Lazio di istituire tante commissioni consiliari, alcune assolutamente inutili, pur di non istituire una vera e propria commissione di controllo e vigilanza sull’attività della Giunta e degli enti regionali, così come prevede il nuovo Statuto regionale». «La maggioranza - ammonisce l’ex assessore - la smetta di disattendere le norme previste dallo Statuto a cominciare da quella norma che prevede la trasformazione delle agenzie regionali in strutture operative delle direzioni regionali competenti evitando così inutili duplicazioni burocratiche, costosi cda e odiose prebende».