«Troppe fiamme da domare servono uomini e mezzi»

«Presidente, a queste condizioni non è più possibile andare avanti. Occorrono mezzi e rinforzi». Questo il senso della lettera, indirizzata al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, spedita ieri dai vigili del fuoco napoletani. Obbligati in questo periodo, per far fronte al dilagare degli incendi dei cumuli di rifiuti, a una grossa mole di lavoro straordinario, i vigili del fuoco partenopei hanno chiesto «l’appoggio di “colonne mobili” con sezioni operative attrezzate». Nella lettera, spedita anche al ministro dell’Interno Giuliano Amato e al capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, i sindacati del corpo definiscono «massacrante» il lavoro di questi giorni e sottolineano «la necessità di garantire, a tutela dei colleghi impegnati, un dispositivo che comporti necessari avvicendamenti tra il personale operativo».