Troppe foto a Vaccarezza Lui: «Ma se io sono timido!»

L'opposizione di Palazzo Nervi va all'attacco della giunta Pdl-Lega sui soldi stanziati dall'ente per la comunicazione. In occasione dell'approvazione del rendiconto 2010 il Pd ha preso di mira Vaccarezza colpevole, a loro dire, di farsi pubblicità coi soldi pubblici: «Si parla pochissimo dei provvedimenti adottati dall'Amministrazione mentre la figura del presidente è sempre in bella mostra nei cartelloni pubblicitari e nei comunicati stampa inviati ai giornali. Sappiamo che Vaccarezza è bravissimo a vendersi come personaggio ma non lo può fare coi soldi della Provincia di cui è solo rappresentante temporaneo». Polemica che viene in parte ripresa anche dalla Lega che si augura un'informazione più concreta sui provvedimenti licenziati dagli organi di governo, piuttosto che le inutili polemiche con i rappresentanti della minoranza. Ribatte l'ex sindaco di Loano: «A scanso di equivoci vorrei chiarire che il capitolo di spesa per il 2010 è aumentato rispetto al 2009 ma solo perché sono subentrato a un commissario che, ovviamente, doveva solo gestire l'ordinario. Non mi sembra proprio di sprecare i soldi dei cittadini».
La discussione si chiude con un siparietto spiritoso tra il consigliere democratico Verdino e lo stesso presidente: «Notavo che nella pubblicazione sul venerdì santo savonese, Vaccarezza è sempre in primo piano nelle foto. È ben strano, considerando le migliaia di persone presenti, che si siano scelte proprio queste immagini per pubblicizzare un evento che è organizzato dalle confraternite a cui bisognava lasciare più spazio». Ironicamente Vaccarezza ha risposto addebitando la «colpa» al fotografo: «Io ho provato a nascondermi ma non ci sono riuscito! D'altronde, tutti sapete benissimo quanto sono timido».