Troppe nutrie, il sindaco arruola i cacciatori

Si provano tutte le ricette. Anche tenere aperti i negozi in tutta la città nei giorni di festa, a partire dal 25 aprile. L’assessore alle Attività produttive Giovanni Terzi dovrebbe concedere la deroga. L’obiettivo è sostenere i consumi e le imprese. Lo stesso che guida il piano da 12 milioni di euro lanciato già a inizio anno. Ora il Comune li sta distribuendo su iniziative ad hoc. Come la card di sconti per i giovani da 18 a 28 anni, che dopo gli annunci ora ha un nome (Mi-box) e verrà distribuita tra una decina di giorni. O la cittadella virtuale dell’artigianato che sarà lanciata domani: «Una vetrina per favorire l’incontro tra domanda e offerta». E soprattutto, i bandi per garantire il credito alle imprese in difficoltà, nel momento in cui le banche stanno stringendo i cordoni. Il Comune ha prorogato il sostegno alle microimprese con altri 1,2 milioni e ne ha messi 1,5 (quasi altrettanti sono statali) per aiutare gli artigiani ad abbattere il debito. Terzi: «Andare avanti, coinvolgendo tutto il sistema bancario».