Troppi abusivi, tensione ai mercati

Tensioni ieri mattina ai mercati di via Fauché e di piazza Caneva tra ambulanti regolari, clienti e ambulanti abusivi, con intervento dei vigili, colluttazioni, botte, e alcuni agenti feriti in modo non grave. In via Fauché i venditori abusivi esponevano borse, magliette, cd e dvd contraffatti in tal numero da impedire addirittura il passaggio dei clienti. Non ha tardato la protesta degli ambulanti regolari e poi dei milanesi che affollavano il mercato. La situazione non è degenerata, anche se è stato chiesto l’intervento dei vigili. «Siamo al limite - spiega Giuseppe Falanga del sindacato di polizia locale Siapol -. Le bancarelle e gli abusivi sono talmente vicini da rischiare ogni volta lo scontro fisico, senza contare l’intralcio al passaggio di mezzi e persone. È una situazione che andrebbe affrontata con incisività, ma non ci sono le risorse per controlli efficaci nei 15 mercati milanesi che si tengono ogni sabato. Gli abusivi si fanno forti del fatto che sono in tanti, così i vigili anche se passano non possono fare molto altrimenti rischiano l’aggressione».
È quanto è successo alla pattuglia che è intervenuta in piazza Caneva, medesima situazione di via Fauché, dove dopo una colluttazione con gli abusivi, alcuni agenti hanno dovuto far ricorso alle cure mediche.