Troppi boss da scarcerare E Quarto Oggiaro ha paura

Tornano i capi della mala anni '90. Il pm: «Tradizione criminale»

Stanno per tornare i vecchi ras e i gregari che hanno regnato a lungo su Quarto Oggiaro e poi sono finiti nelle retate degli anni Novanta e dell'inizio del secolo. Ora a pena espiata si preparano a uscire, a riprendere le fila di un discorso mai interrotto davvero. Perché Quarto Raggio, come lo chiamavano una volta i milanesi di frontiera, non è purtroppo cambiato molto. E quando l'altro giorno il capo della polizia Franco Gabrielli ha inserito il vecchio quartiere della Tangenziale Nord tra le aree più a rischio di Milano, a Quarto Oggiaro non si è stupito nessuno. Perché qui la violenza è di casa praticamente da sempre, e le violenze più antiche e decisive si chiamano degrado e disoccupazione; a valle vengono la militanza malavitosa, l'arruolamento nei ranghi dei clan. Che stiano davvero per uscire, i boss e i gregari, è almeno in parte inevitabile. La prima grande retata del pm Gianni Griguolo è del 1994, la replica, il blitz «Pavone» del pm Marcello Musso è del 2009.