Troppi i ghisa dal Sud Lega: solo milanesi doc

Più che il fascino della divisa, poté forse la voglia di fuggire dal precariato. O magari da quel lavoro nero che ti mangia il presente e non ti fa nemmeno intravedere uno spicchio di futuro. E così per l’ultimo concorso da «ghisa» a Milano si sono presentati in più di 5mila. I posti in palio? Appena cinquanta. «Uno su mille ce la fa, ma quanto è dura la salita, in gioco c’è la vita», l’ha messa in rima e in note Gianni Morandi. E la salita, nel caso della prova per entrare nella polizia municipale milanese, non è solo metaforica visto che la maggior parte dei concorrenti arrivano dalle regioni del Sud. E allora «Basta!», tuona la Lega. «Ora chiederemo al sindaco Letizia Moratti - annuncia il neo deputato del Carroccio Matteo Salvini - che per poter partecipare alle selezioni sia necessario avere la residenza a Milano. O almeno in Lombardia. E già da qualche anno». I soliti pregiudizi nei confronti dei meridionali? L’ennesima boutade razzista da pratone di Pontida?(...)