«Troppi immigrati in città» Il sindaco chiede a Maroni d’intervenire

Prima, lo sfogo con gli assessori riuniti in giunta: «Milano non può diventare il luogo dove si scaricano tutti i problemi». Rom, clandestini, nei giorni scorsi i 300 rifugiati politici che hanno occupato prima i binari e poi le vie del centro, guarda caso durante il Salone del mobile con un traffico record da gestire e migliaia di visitatori da tutto il mondo. Coincidenza che «non è parsa casuale» neanche al sindaco Letizia Moratti, ma preparata al dettaglio per montare un caso. E che dietro ci sia la regia dei centri sociali lo dicono chiaramente il vicesindaco Riccardo De Corato e l’assessore ai Servizi sociali Mariolina Moioli. Una situazione «anomala» fa presente il sindaco, che ricorda come Milano accolga «già 400 rifugiati». E chiede l’intervento del prefetto e del ministro della Lega Maroni per risolvere il caso. Il Carroccio: «C’è sintonia, serietà e severità: sono le nostre parole d’ordine».