Troppi infortunati per mister Soda

da La Spezia

Una città blindata, tra le polemiche dei commercianti della riviera, ospita questo pomeriggio, alle 16, Spezia-Genoa. Lo Spezia cerca il colpaccio, ma deve fare i conti con una formazione scarna per i troppi assenti di rilievo.
Fusco infatti ha la febbre, ma mister Soda (almeno a sentire la sua posizione dell'ultimo minuto) non lo avrebbe impiegato comunque. La situazione infortunati resta così ancora complessa: Padoin e Frara dovrebbero recuperare, incerta la presenza di Varricchio e soprattutto Giuliano, quello che preoccupa di più. Guidetti ha chiuso l'ultima partitella a Pontremoli zoppicando vistosamente, ma dovrebbe farcela, solo giri di campo per lui alla ripresa degli allemamenti di definizione.
La probabile formazione potrebbe essere questa (4-1- 2-2-1): Santoni; Padoin, Giuliano, Scarlato, Nicola; Saverino; Frara, Confalone; Do Prado, Colombo; Guidetti. A disposizione ci sarebbero: Mondini, Quadri, Ponzo, Guzman, Bruccini, Rossi, Dura. E forse Guzman potrebbe essere in campo dal primo minuto. Così una vera e propria premonizione potrebbe essere la soluzione per comprendere il misterioso schema di mister Soda.
Sarà Emidio Morganti di Ascoli a dirigere la gara di oggi tra Spezia-Genoa. Ci si attendeva un internazionale, anche da Roma fonti dell'Aia avevano accreditato molto questa possibilità. Ed invece tocca ad un arbitro "comune" comunque esperto, al 7° anno tra Can A e B, anche se non risulta tra quelli papabili alla promozione. Durante Livorno-Inter, le telecamere pescarono Massimo Moratti ad inveire con pesanti parole verso l'arbitro Morganti dopo l'espulsione di Maicon e Mancini. Una polemica però chiusa lì anche se l'Inter è una società legata formalmente allo Spezia.
C'è anche spazio per un po' di statistica e per ricordare che sono sei gli incontri casalinghi che lo Spezia ha disputato nella storia con il Genoa, a partire dal lontano 23 gennaio 1921 (1a divisione regionale) al 6 aprile 2006. Una vittoria, un pareggio e quattro sconfitte per gli aquilotti.
Nella stagione 1920/21 risultato di parità 1-1, poi i quattro acuti rossoblù: il 10 dicembre 1922 in 1a divisione-girone B 0-4, il 10 maggio 1925 in 1a divisione-girone A 0-1, il 13 gennaio 1935 in serie B 1-2, il 10 gennaio 1971 in serie C 0-1. Poi, nel retour match della scorsa stagione, la prima affermazione della storia bianca grazie alla doppietta di Guidetti (rientrato dalla squalifica dopo aver saltato la trasferta di Novara) che fiocina Scarpi (il secondo di Rubinho) al 1' e all'83'.
Il consuntivo delle reti parla di 4 all'attivo e 9 al passivo. A Marassi, due pareggi (1-1 e 1-1), quattro sconfitte (0-1, 2-3, 0-2, 0-1) e una vittoria, quella storica in questa stagione di serie B grazie alle marcature di Saverino (dal dischetto del rigore) e Guidetti. Ad accorciare le distanze fu Adailton, ancora dagli undici metri. Sei i gol realizzati e dieci quelli subiti.