Troppi infortuni, Samp in emergenza

Più che una presentazione della sfida con il Napoli, la conferenza stampa di Walter Mazzarri sembra un bollettino di guerra: Volpi e Campagnaro non recuperano, Ziegler è squalificato, Cassano si è stirato, Maggio e Accardi sono ancora fermi ai box. Così il tecnico mischia le carte e prova a fare di necessità virtù: «Per Volpi e Campagnaro sembra che non ci siano buone notizie - spiega Mazzarri smorzando ogni ottimismo- e se aggiungete anche gli altri infortunati vi rendete conto del momento di emergenza». Problemi dunque in difesa - fatta eccezione per il rientro di Castellazzi tra i pali -, problemi a centrocampo, dove l'assenza in regia del capitano blucerchiato obbligherà Mazzarri a passare al 3-5-1-1, con Delvecchio spostato sulla linea del centrocampo. Davanti, la situazione è sicuramente meno allarmante. Anzi si parla ancora di ballottaggio tra Montella e Caracciolo, ma il primo è decisamente favorito: «Entrambi stanno abbastanza bene - continua l'allenatore toscano - ma è sempre il solito discorso: in questo periodo di grande caldo le punte soffrono di più rispetto agli altri. Io chiedo molto ai miei attaccanti e, se non riescono a reggere 95 minuti al livello adeguato, devo fare delle scelte. Sia ben chiaro: vale per tutti, non solo per Caracciolo e Montella. In ogni caso, visto che le valutazioni giocando ogni tre giorni corrono sul filo di lana, chi starà fuori con il Napoli andrà in campo giovedì». Come dire: Montella giocherà la sfida di domani al San Paolo e il derby, Caracciolo scenderà in campo giovedì serra contro l'Aalborg. La sosta, dunque, non ha aiutato, come si sperava: «In realtà no, perché quelli che dovevano rientrare sono ancora fuori, ma almeno abbiamo guadagnato sul tempo, visto che invece di saltare due partite, alcuni giocatori forse ne salteranno una sola». Sta meglio intanto Daniele Gastaldello, finalmente disponibile dopo un inizio di stagione ai box per il mal di schiena: «I medici dicono che clinicamente è guarito, ora deve lavorare sul ritmo, ma a Napoli verrà già in panchina, considerando anche il particolare momento che attraversa la nostra retroguardia». Con Campagnaro fuori, domani giocherà Bastrini mentre giovedì non ci saranno Sala e Lucchini per squalifica.
E poi di fronte ci sarà un Napoli che ha scoperto il grande Lavezzi: «Ho rivisto le partite del Napoli coi miei collaboratori e la squadra di Reja ha perso immeritatamente contro i sardi, creando molto e sbagliando alcune occasioni importanti. A Udine hanno vinto 5-0, d'accordo, ma secondo me hanno giocato meglio in alcuni tratti del match col Cagliari. Su Lavezzi dico ciò che dico anche ai miei giocatori: per quanto uno possa essere bravo, se gli fai prendere la palla sempre di spalle o, meglio, se lo anticipi, fa fatica. Bisognerà essere attenti e concentrati». Poi c'è anche un elogio per Cassano: «Dal primo giorno è molto dimagrito, si sta comportando bene. Peccato solo per questo incidente di percorso».
Intanto per il derby si sta andando verso il tutto esaurito: dopo la tribuna Inferiore anche il settore Distinti è terminato ieri, nel primo giorno utile dedicato alla vendita libera. Per i pochi fortunati che riusciranno nell'impresa restano quindi disponibili solamente un migliaio di tagliandi di «Settore 6» (gabbia Lato Sud) che potranno essere acquistati solo ed esclusivamente presso il Sampdoria Point di via Cesarea. Il punto vendita oggi effettuerà orario continuato per agevolare i sostenitori blucerchiati che da questa mattina decideranno di rimettersi diligentemente in coda.