Troppi pollini nell’aria: boom di ricoveri

L’allerta è scattata in questi giorni: a causa delle temperature eccessivamente elevate per il periodo dell’anno e della notevole presenza di vento, in Liguria è arrivata l’invasione dei pollini. L’allarme arriva dai pediatri e dai medici di medicina generale che sono stati costretti, in parecchi casi, a far ricoverare in ospedale i propri pazienti alle prese con crisi improvvise e difficili da controllare.
«Abbiamo avuto tante segnalazioni e i colleghi hanno dovuto lanciare l’allarme - spiega Alberto Ferrando, presidente dell’associazione dei pediatri extraospedalieri -. A questo punto, e vista la situazione, consigliamo i medici di prescrivere terapie anche aggressive per contrastare questo fenomeno».
Ferrando è sostenuto in questo senso anche dal parere della dottoressa Paola Minale, che nel tam tam dei medici ha dato per prima l’allarme.
«La quantità di pollini presenti nell’aria in questi giorni è eccezionale e danneggia soprattutto soggetti allergici ad alberi e parietaria - spiega la dottoressa -. È importante che, quando è il caso, i medici consiglino di utilizzare senza paura anche steroidi per via orale oppure per iniezione, oltre a farmaci di base come antistaminici e bombolette nasali e bronchiali».
Gli specialisti però si augurano che la situazione rientri nella normalità abbastanza presto. «Speriamo - spiegano ancora gli esperti - in una bella pioggia che renda la primavera più vivibile per i pazienti». Magari saranno meno contenti i vacanzieri del ponte del 25 aprile e del primo maggio, ma per l’esercito degli allergici e di chi soffre di asma allergica in particolare sarebbe davvero un sollievo.