«Troppi ritardi nei soccorsi»

«Troppi ritardi nei soccorsi, troppe mancanze contraddistinguono questo servizio essenziale per la città. L’acquisto di nuovi mezzi di soccorso non è la principale delle emergenze del 118, ma casomai è il controllo su come vengono utilizzate quelle già esistenti per non parlare delle automedicalizzate, che invece di essere usate nei soccorsi vengo utilizzate come autovetture di servizio. I Centri Mobili di Rianimazione e la loro dislocazione sono uno dei principali problemi di questo servizio. La mancata attivazione dei ponti radio è l'altro grave problema». Lo afferma in una nota il Codacons.