«Troppi stranieri nel basket»

Roma. «La pallacanestro? Ma come si può pensare che una nazione europea come la nostra possa dare tutti questi visti agli stranieri? Il Coni ha il dovere di intervenire, perché quando si sta nello sport, in Italia, le regole le detta il Coni». Gianni Petrucci torna ad alzare la voce sulla questione stranieri nel basket: il presidente del comitato olimpico infatti ha annunciato un suo intervento e lo ha fatto al termine della consegna dei «Dossier Olimpici» alle candidate Roma e Milano. «Ho il dovere di fare qualcosa - ha insistito il presidente del Coni -. Per di più la pallacanestro italiana sta andando controtendenza rispetto a Paesi come la Russia, la Spagna. Insomma, qui bisogna tutelare i giocatori italiani. Finora sono stato zitto, ma quando leggo certe inchieste giornalistiche, capisco che devo fare qualcosa. Sciovinista io? No, ma mi ribello quando sento dire che non ci sono giocatori italiani: allora si creino».