«Troppo caldo e sporcizia»

Ki Nam Kim è il classico esempio di ragazza coreana di oggi: parla perfettamente inglese e francese, gira con una macchina fotografica iper-tecnologica e con due amiche al seguito che le assomigliano in tutto e per tutto. Ki ha 22 anni e le idee chiare: da grande vuole fare la manager nel settore turistico e un giro nel Bel Paese è una buona occasione per farsi qualche idea. «Arrivo dalla Svizzera e devo ammettere che Milano mi è sembrata sporca, calda e poco organizzata», afferma con lo sguardo rivolto a terra, quasi a scusarsi. «Certo, il Duomo è meraviglioso, però in giro c'è tanta gente che mi fa paura», aggiunge. Non si rilassa nemmeno quando le diciamo che ci sono sempre poliziotti di guardia in centro. È troppo presa a spiegarci il suo tour: Milano, Firenze e Roma, in 3 giorni. Così si fa in Corea del Sud.